Scope giganti a rendere il cielo più blu

Continua il nostro viaggio alla scoperta delle opere d’arte realizzate grazie al progetto di sviluppo locale ArtePollino.Ci troviamo oggi nella antica comunità Arbëreshë di San Paolo Albanese la cui fondazione risale al 1534 circa quando, profughi provenienti dall'Albania e dalla Morea fuggirono dalle loro terre occupate dai turchi ottomani.Arrivata in questo comune, profondamente colpita dal fascino e dalle tradizioni arcaiche, l'artista finlandese Anni Rapinoja si sentì particolarmente ispirata da uno degli elementi distintivi di questa comunità, la pianta della ginestra, tipica della macchia mediterranea. Bellissima ed elegante con i suoi fiori dal colore dell’oro, la ginestra si fa a San Paolo Albanese portatrice di valori da sempre condivisi e particolarmente sentiti dalla comunità locale.Tornata in Finlandia, con qualche rametto di ginestra nella valigia, Anni Rapinoja iniziò così ad immaginare un progetto artistico per il paese di San Paolo Albanese che avesse la possibilità di valorizzare le proprie tradizioni, coinvolgendo nella realizzazione anche i cittadini del paese.Nasce così la singolare opera d’arte Sky cleaner ovvero “pulizia del cielo”, una originalissima installazione di scope giganti su un campo esposto al cielo, in cui ogni scopa rappresenta un abitante del paese che ha contribuito attivamente al progetto. Le scope, realizzate da rametti di ginestra e mosse leggermente dal vento “puliranno” il cielo di nuvole grigie.Grande scommessa vinta dunque a San Paolo Albanese dove, l’arte contemporanea da sempre vista come astratta e incomprensibile, diventa l’arte più vicina alla popolazione.